Escursioni con le ciaspole in Valle Soana

Un piccolo mondo antico

Destinazione: Boschietto e  Boschiettiera(1.486 m)
Dislivello: m 320 ca
Tempo di salita : 1,30 - 2 h
Partenza: Molino di Forzo (1.159 m) 

Non si può visitare la Val Soana senza esser andati a Boschietto e Boschiettiera, caratteristici villaggi in quota dominati dall’elegante piramide della Torre Lavina dall’alto dei suoi 3308m. I due borghi sorgono ai margini di un pascolo alpino che si raggiunge attraverso una piacevole passeggiata lungo la mulattiera che attraversa un vecchio bosco ricco sia in latifoglie che conifere. La partenza può avvenire sia dal piccolo villaggio di Forzo sia da quello vicinissimo di Molino di Forzo; salendo da Tressi, invece, si coglie occasione per notare un bellissimo pilone votivo inserito nella roccia. Il percorso in dolce salita offre la possibilità di apprezzare piloni e cappelle votive ricavate e affrescate nella roccia viva, nonché spunti per cogliere i curiosi elementi leggendari di cui narra la storia franco-provenzale locale. Negli ampi pascoli innevati per raggiungere  Boschiettiera da Boschietto non è così insolito l'avvistamento di camosci e altra fauna alpina. Rientro dal percorso di andata.

Da non perdere:
- l’architettura caratteristica
- cappelle e oratori

Giardini di neve

Destinazione: Pian dell’Azaria - Gr. Barmaion (1650m)
Dislivello: m 300
Tempo di salita : 1,30 - 2 h
Partenza: Campiglia Soana (1350m)

Lasciata l’auto nel comodo piazzale di Campiglia Soana, si imbocca l’evidente strada sterrata che conduce al Pian dell’Azaria. Il percorso, semplice e poco impegnativo, presenta soltanto qualche tratto di salita necessario per raggiungere l’ampio pianoro dell’incredibile conca ai piedi delle creste rocciose del Rancio. Un bosco tipico di latifoglie si mescola a conifere per poi accompagnare soltanto più con bellissimi esemplari di abete rosso e larici fino a Barmaion. Oltre l’alpeggio, il bosco lascia spazio alla prateria alpina innevata, su cui è facile avvistare tranquilli camosci al pascolo.

Prestare attenzione in caso di neve non assestata nell’attraversamento dei canaloni.

Da non perdere:
- alpeggio
- conca glaciale e valle sospesa

Per apprezzare le bellezze naturali del Parco con le racchette da neve fatevi accompagnare da una Guida ufficiale (visitate la sezione Escursioni con le Guide).

Attenzione: verificare sempre, prima di partire per un'escursione i bollettini nivo – meteorologici regionali (molto utile il Bollettino Aineva Neve e valanghe), poiché le zone potrebbero essere soggette a fenomeni valanghivi. Per ulteriori informazioni sulla sicurezza è possibile visitare il sito della Fondazione Montagna Sicura