Gran Paradiso, un parco per tutti

22 Mar 2018

Il Parco Gran Paradiso scende in città

Si terrà il 22 marzo alle ore 18 al Circolo dei lettori di Torino un incontro con il responsabile del Servizio Biodiversità e ricerca scientifica e l’Ispettore del Corpo di Sorveglianza del Parco, che culminerà con una cena a base di prodotti locali a Marchio di Qualità.

Un’occasione unica per conoscere l’area protetta più antica d’Italia e per incontrare chi la vive ogni giorno: il 22 marzo il Parco Nazionale Gran Paradiso si sposta per un giorno al Circolo dei lettori di Torino per far conoscere le sue bellezze e il suo ricchissimo patrimonio naturale, culturale ed enogastronomico.

Una serata che vuole essere una sorta di viaggio nell'area protetta da conoscere attraverso i suoi protagonisti e le sue storie: la fauna selvatica che popola le montagne, i ricercatori che ogni giorno curano e monitorano la fauna, i guardaparco che, con il loro lavoro di tutela, proteggono la biodiversità, ed i produttori locali che raccontano una terra e le sue tradizioni attraverso sapori antichi.

La serata comincerà alle ore 18, con una conferenza a cui prenderanno parte il nuovo Direttore del Parco, Antonio Mingozzi, il Responsabile della Biodiversità e Ricerca scientifica Bruno Bassano, l’Ispettore del Corpo di Sorveglianza Stefano Cerise e il nuovo direttore di Turismo Torino e Provincia Daniela Broglio; a far da moderatore il giornalista Rai Maurizio Menicucci.

Durante l’incontro verranno raccontati i quasi 100 anni del Parco, dalla riserva reale di caccia all’inserimento nella Green list del Parchi mondiali, ma soprattutto gli ambienti naturali del Parco e gli animali che lo abitano, in primis lo stambecco, animale simbolo del Parco, ma anche marmotte, volpi, lupi e il gipeto. Attraverso parole e immagini verrà spiegato l’importante ruolo del Parco nella conservazione e nella tutela degli habitat e della biodiversità, reso possibile grazie al corpo di sorveglianza, i mitici guardaparco, che, ogni giorno si impegnano nel supporto alla ricerca scientifica, nella lotta al bracconaggio, nel soccorso e nelle attività educative: un lavoro faticoso, ma appassionante, fatto di salite ai casotti, di servizi alba-tramonto e di emozionanti incontri ravvicinati con gli abitanti a quattro zampe dell’area protetta.

Ma il Parco più antico d’Italia verrà raccontato anche attraverso i suoi sapori tipici e i suoi prodotti a Marchio di Qualità, frutto del lavoro sapiente dei produttori locali che hanno scelto di aderire al rigido protocollo che garantisce ai consumatori la qualità delle lavorazioni, la provenienza dai territori del Parco e un’accoglienza all’insegna del rispetto per l’ambiente, della cortesia e delle tradizioni locali.

La conferenza si concluderà con un brindisi con un Blanc de Morgex e una piccola degustazione di prodotti tipici, in particolare salampatata e fontina.

Durante la degustazione il coro Artemusica di Rivarolo Canavese che intratterrà i partecipanti con alcuni canti della tradizione popolare.

Alle ore 20.30, al termine della degustazione, i partecipanti si sposteranno nelle sale dove verrà servita la cena a base di prodotti a Marchio di Qualità, cucinata dagli chef della Locanda Centrale di Ronco Canavese e dell’hotel Boule de Neige di Rhêmes-Notre-Dame: alla cena, dal costo di 35€ vini compresi, si potrà accedere su prenotazione.

Il menù sarà un viaggio attraverso gli autentici sapori del Parco, un modo alternativo e piacevole per conoscerne la storia e le tradizioni che si tramandano di padre in figlio da generazioni: dai rinomati salumi e formaggi locali al misconosciuto frit gris valsoanino, dai golosi vol au vent di polenta con cuore di fonduta e olio di noci alla Zuppa del Gran Paradiso, dalle tagliatelle alla canapa con toma, fagottino di coniglio cavolo e salam patata, tipico del Canavese, per concludere in dolcezza con una Charlotte Gran Paradiso e la mandulà, un caffe con mandorle e Baci di Rhemes con segale.

L’evento, a cura del Parco Nazionale Gran Paradiso in collaborazione con il Circolo dei Lettori e Turismo Torino e Provincia, è aperto gratuitamente al pubblico fino ad esaurimento posti.

Per partecipare alla cena è invece necessaria la prenotazione: scrivere a info@turismoincanavese.it o telefonare al numero 347 8887826 entro giovedì 15/03. Il costo della cena è di 35€

stambecchi gran paradiso dario de siena

Dettagli

Tipo di iniziativa: 
Corsi e workshop
Cultura e tradizioni
Enogastronomia
Iniziativa realizzata dal Parco