Cave Coopérative de l'Enfer

Narra la leggenda che a due viandanti che, passando per Arvier, chiedevano di incontrare il parroco, la domestica rispondesse “il soufre à l’enfer”. Intendeva dire “è all’inferno che soffre” oppure “è all’inferno che dà lo zolfo”? In realtà si riferiva alle vigne dell’Enfer, così chiamate perché situate in un magnifico anfiteatro naturale a piena esposizione sud, con un microclima caldissimo, sebbene poste a 800 m s.l.m. in Valle d’Aosta. Il vitigno coltivato è prevalentemente la varietà autoctona Petit Rouge. Sin dal 1312 Rodolphus de Avisio possedeva una vigna a Gollyz Richard, vent’anni dopo un’altra reconnaissance cita nuovamente un pezzo di terra, vigna,terreni, alberi ed una casa posta all’interno del detto appezzamento sito del territorio di Liverogne nel luogo chiamato Golly Richard….” Da 700 anni a Gollie Richard, nell’alta ad Arvier si continua a produrre un vino dalla grande storia: L’Enfer d’Arvier. Intenso, dal sapore corposo, è stato tra i primi vini valdostani ad ottenere la Denominazione di Origine Controllata, sin dal 1972. I vigneti da cui trae origine sono siti prevalentemente alla sinistra orografica della Dora Baltea in comune di Arvier, laddove un anfiteatro naturale, solcato da profondi gradoni che interrompono la forte pendenza della montagna, permette alla vite di svilupparsi nelle condizioni migliori, originate da una costante e fortissima irradiazione solare che riscalda il suolo tanto da far meritare al sito l’appellativo di “enfer” (inferno). Nel 1978 è nata la Co-Enfer, una cooperativa che gestisce l’intero processo di attività vitivinicola sino alla commercializzazione del vino , vero e proprio gioiello dell’enologia alpina. 107 soci conferiscono ogni anno l’eccezionale prodotto di nicchia (non più di 50000 bottiglie) realizzato per l’85% con uve del vitigno autoctono Petit rouge, integrato per la restante porzione con 5 tipologie di vitigno autorizzate dal Disciplinare di produzione. Dal 2005 l’ingresso di nuovi soci provenienti da Avise ha consentito la realizzazione di nuovi vini: il Pinot Gris Soleil Couchant e l’autoctono Mayolet che, coltivato ai piedi di due splendidi manieri medioevali, assume il nome di Vin des Seigneurs. La nuova cantina in cui è ospitata Co-Enfer, esempio di intelligente rivisitazione della tradizionale architettura di montagna,si avvale di tecnologie avanzate, pur conservando i tradizionali protocolli di lavorazione. La cantina cura 8 ettari di vigneto tra i deu comuni e produce all'incirca 65000 bottiglie di vino

Dettagli

Categoria: 
agroalimentare
Indirizzo: 
Via Corrado Gex n 52 11011 - Arvier (AO)
Versante: 
Valdostano
Tel. / Fax: 
0165-99238
Accetta carte di credito / Bancomat
Periodo d'apertura e orari: 
Il punto vendita è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 eccetto mercoledi e domenica
Valle: 
Spazio Gran Paradiso