Il gallo forcello

Il gallo forcello (Tetrao tetrix)

Vive soprattutto nei boschi di conifere, specialmente nella parte superiore: nei boschi piuttosto aperti e ricchi di sottobosco. In estate e autunno si trova anche nelle lande alpine a mirtilli e rododendri, nonché nei cespugli di ontano verde, che utilizza come rifugio. Il maschio ha un'apertura alare di 70-80 cm e un piumaggio blu ,lucido, con sottoala, sottocoda, barre alari bianche e coda biforcuta. La femmina è invece bruno-rossiccia con un'apertura alare più piccola di quella del maschio. Si ciba essenzialmente di bacche e germogli. La nidificazione della specie è accertata in tutte le valli del Parco, dalle quote minime di 1400 m fino a quasi il limite degli alberi. La specie viene fatta oggetto di periodici censimenti, basati soprattutto sul conteggio degli animali presenti nelle aree di canto.

Foto: Manuel Plaickner