Crescita corporea, life history e cambiamenti climatici

A partire dal 1999, a Levionaz, vengono raccolti dati relativi al peso degli animali e alla dimensione delle corna fondamentali per studi sulla life history di questa specie. Il peso viene misurato ripetutamente durante l'estate in modo passivo senza recare disturbo agli animali grazie all'utilizzo di bilance posizionate in prossimità di saline presso le quali gli animali si recano regolarmente. Questi dati sono stati utilizzati per studi sulla biologia della crescita di questa specie che hanno dimostrato come lo stambecco sia un ungulato a crescita molto lenta che raggiunge le massime dimensioni, e quindi presumibilmente l'accesso alla riproduzione, solo in età molto avanzata.

I dati relativi alla crescita delle corna vengono invece ottenuti sia mediante misura diretta al momento della cattura degli animali a scopo di marcatura sia in seguito al ritrovamento di esemplari morti. Il recupero e la conservazione di tutti i crani ritrovati da parte del corpo di Sorveglianza del Parco ha permesso di avere una collezione unica e completa i cui primi campioni risalgono agli anni '70. Misurando gli accrescimenti annui è stato dimostrato come questi siano dei buoni indicatori della condizione fisica degli animali: nei due anni precedenti la morte infatti gli accrescimenti sono inferiori rispetto alla media degli altri animali della stessa età.  Attualmente stiamo verificando l’ipotesi di un impatto dei cambi climatici sull’accrescimento delle corna nei maschi negli ultimi 30 anni. Ci si può infatti aspettare che, in caso di una riduzione delle risorse, a causa delle modificazioni nella fenologia dei pascoli alpini a seguito dei cambi climatici, i maschi allochino le risorse disponibili investendo maggiormente sull'accrescimento corporeo, necessario alla sopravvivenza, a discapito dell'accrescimento delle corna, utile nella competizione per l'accesso alle femmine ma non fondamentale per la sopravvivenza.

 

Ricercatori e studenti attualmente coinvolti nel progetto
Coordinamento: Achaz von Hardenberg, Bruno Bassano
Dottorati: Alice Brambilla
Collaborazioni: Giuseppe Bogliani

Nella foto: attirato dal sale, uno stambecco sale su una bilancia e il suo peso viene visualizzato sul display