Devétéya 2018

26 Set 2018

Correva l’anno 2011 quando ai 2019 metri di quota del Santuario di San Besso nel cuore del Parco Nazionale Gran Paradiso valsoanin e cognein celebrarono per la prima volta un’unica celebrazione eucaristica in onore al martire della legione Tebea, che secondo la tradizione fu martirizzato sul monte Fauterio, lo sperone di roccia naturale sotto il quale fu edificato il santuario.

Quello di San Besso è uno dei culti più antichi delle Alpi, già rito arcaico, nato millenni fa come culto pagano praticato dai Salassi, gli originari abitanti di questi territori tra Piemonte e Valle d’Aosta.

Il 10 agosto 2011 passò agli annali: le due comunità valligiane, che da tempo vivevano la ricorrenza distinte, diedero vita ad un inedito crocevia festoso di parlate, costumi e musiche tradizionali.

Da quell’anno sono andati via via aumentando i momenti di incontro tra le genti di queste due Valli, animati molte volte dalle classi dei coscritti diciottenni. Anche le Amministrazioni, per tramite dei loro team di comunicazione (Una Valle Fantastica e Comune di Cogne sui Social), avevano avviato un gemellaggio virtuale chiamato “#ColleArietta” (il valico a 2939 m sull’antica via di collegamento tra i due versanti), grazie al quale si sono condivise notizie, appunti di storia e curiosità dei paesi delle due valli.

A qualche anno di distanza, quel legame si vuole ulteriormente rafforzare nel nome delle radici linguistiche e storiche comuni e dell’appartenenza alla più antica area protetta d’Italia: il Parco Nazionale Gran Paradiso, baluardo di conservazione ambientale e motore dello sviluppo locale.

Alla festa di rientro dagli alpeggi della valle di Cogne – la Devétéya del 29 e 30 settembre – grazie all’invito inoltrato dagli organizzatori dell’iniziativa, le comunità delle due Valli si riuniranno e per l’occasione sono in programma diverse attività congiunte tra le Amministrazioni.

Tra queste, al sabato – all’interno del programma della giornata clou dell’evento – la conferenza stampa congiunta tra amministrazioni e Ente Parco, uno stand dedicato ai produttori del Marchio di Qualità Gran Paradiso della Valle Soana e la partecipazione della popolazione vestita negli abiti tradizionali francoprovenzali. Per l’occasione sarà organizzato per sabato 29 anche un pullman alla volta di Cogne.