La IUCN conferma il riconoscimento della Green List al Parco

20 Apr 2021

L’Unione Mondiale per la Conservazione della Natura (IUCN) ha confermato al Parco Nazionale Gran Paradiso il prestigioso riconoscimento dell’inserimento nella Green List, la lista verde che rappresenta una metodologia per la valutazione di efficacia sulla gestione delle aree protette, nonché uno strumento attraverso il quale migliorare la qualità e l'efficienza delle attività di gestione.

Quello della IUCN per la Green List è l'unico standard globale di buone pratiche per le aree protette e si propone di riconoscere e promuovere il successo nella gestione di alcune delle più importanti aree naturali del pianeta.

Nel 2014 il Parco è stato il primo in Italia ad aver ottenuto il riconoscimento, confermato una prima volta nel 2017, lo stesso prevede delle verifiche triennali per il rinnovo, che non è automatico ma soggetto ad accertamenti ed ispezione sul campo, per il controllo del rispetto dei requisiti previsti dalla Green List.

La dimostrazione puntuale e documentata dell’efficacia gestionale si è basata su una serie di 50 indicatori,  che spaziano su tutta l’organizzazione e l’attività del Parco: governance, pianificazione, gestione, risultati. La procedura, avviata all’inizio del 2020, ha visto infine la visita sul campo da parte dei verificatori IUCN, svolta lo scorso settembre, oltre al coinvolgimento degli attori del territorio con cui l’Ente agisce nella sua attività quotidiana, fra cui le amministrazioni locali, le associazioni, gli operatori, le Guide e altre categorie di stakeholder.

“Prosegue il percorso intrapreso dal Parco nel miglioramento delle proprie attività di conservazione e sviluppo sostenibile del territorio” spiega Italo Cerise, Presidente del Parco, “Come la Natura, in continua evoluzione, anche il nostro Ente deve adattarsi ai cambiamenti ed esserne precursore, tramite politiche ed azioni che rispondano concretamente sia a problemi globali, come quello del clima, che quelli più locali, come la sostenibilità delle strategie turistiche. La procedura di rinnovo è un’occasione significativa per fare il punto sull’azione del Parco a tutto campo, misurata da parte di un organismo internazionale, e sarà uno strumento essenziale per indirizzare e migliorare la programmazione delle azioni future”.

Giampiero Sammuri, Presidente di Federparchi "Vorrei esprimere la mia grande soddisfazione e i migliori auguri al Parco Nazionale del Gran Paradiso che, per la terza volta dal 2014, viene confermato nella Green List della IUCN, il più alto riconoscimento internazionale per la buona governance delle aree protette. Il Gran Paradiso sta per compiere cento anni di vita, primo parco nazionale d’Italia insieme a quello d’Abruzzo Lazio e Molise, ed è stato anche il primo ad accedere al riconoscimento mondiale della Green List portando lustro e facendo da battistrada per altri parchi nazionali, come l’Arcipelago Toscano e le Foreste Casentinesi, ai quali mi auguro se ne aggiungeranno presto altri  quale dimostrazione dell’eccellenza nella gestione del nostro enorme patrimonio naturalistico”.

Foto Enzo Massa Micon