Premiati i vincitori del concorso "Una fiaba per la montagna"

9 Ott 2019

Si è conclusa la diciannovesima edizione del concorso letterario “Una fiaba per la montagna”, promosso dall’Associazione Culturale ‘L Péilacän, dedicato alla memoria dello scrittore canavesano Enrico Trione.

Lo scorso 28 settembre, sul palco del teatro Don Salvetti di Rosone, sono saliti i vincitori delle quattro sezioni del concorso: italiano, lingua francoprovenzale, lingua piemontese, giovanile, più la parte dedicata agli alunni delle scuole elementari e medie.

Il tema di questa edizione ha riguardato “Il doppio”: una suggestione già presente in classici del passato come “Dr. Jekyll e Mr. Hyde”, “Il Sosia” di Dostoevskij e nelle opere di Pirandello. Le opere, giunte da tutto il territorio nazionale, sono state alcune centinaia.

Pierangelo Costanza di Strambino si è aggiudicato la vittoria nella sezione in lingua italiana con la fiaba “Ël Dobe”, storia originale di un bottiglione di vino all'interno di una cantina polverosa.

Enrica Guichardaz di Aosta ha invece vinto nella sezione francoprovenzale con “Lo lapén è léd ave prénsesse” e Luigi Lorenzo Vaira di Sommariva Bosco è stato premiato nella sezione piemontese con “Lorens e Rensino dla müsica”.

Il premio animazione “Scrivi una fiaba, diverrà un cartone animato” è stato vinto da un gruppo di alunni della scuola di Ginestra degli Schiavoni in provincia di Benevento con una fiaba che ha trattato con molta delicatezza il tema del bullismo. Molti altri premi sono stati assegnati alla sezione giovanile e a quella riservata agli alunni delle scuole elementari e medie del Parco Gran Paradiso.

Al termine dell’evento il prof. Giovanni Tesio, presidente della giuria, ha rivelato che il tema del prossimo anno sarà Le piante del Paradiso”. «C'è stato un ritorno alla natura – spiega Tesio – che ha sottolineato l'ambivalenza del significato. Si può parlare della flora del Parco, ma anche di un immaginario Eden, o di un luogo caro ai pellegrinaggi danteschi. Anche qui la fantasia degli autori per la prossima edizione sarà libera di esprimersi».

Le fiabe premiate saranno pubblicate sul sito www.unafiabaperlamontagna.it