La rete della vita

Breve descrizione e obiettivi
Il progetto si basa su attività di gruppo e piccole avventure che coinvolgono i ragazzi nella scoperta dell'ambiente e delle interrelazioni che lo regolano. E’ strutturato come progetto di accoglienza per le classi a inizio ciclo, appena costituite, per coinvolgere i ragazzi iniziando a tessere una rete di relazioni tra di loro, proprio come avviene negli ecosistemi naturali. E’ fruibile anche da classi che intendano approfondire il tema delle reti trofiche nei sistemi naturali. La realizzazione del progetto all'interno di un'area protetta quale il Parco Nazionale Gran Paradiso rappresenta un valore aggiunto, in funzione della lunga storia di protezione e conservazione di un ambiente delicato come quello montano.

Destinatari
Secondo ciclo Scuola Primaria e classi prime della scuola Secondaria di primo grado

Parole chiave
Sperimentazione, esplorazione, approccio scientifico,conoscenza, elaborazione, interpretazione, approccio critico,responsabilità

Organizzazione

Dove
Nei centri visitatori, nel Centro di Educazione Ambientale di Noasca e nel territorio del Parco Nazionale Gran Paradiso

Quando
In primavera o autunno

Modalità di svolgimento
Il percorso didattico è adattabile alle esigenze del gruppo e può prevedere oltre all'uscita sul territorio attività di laboratorio o la visita di un centro visitatori.

N. massimo partecipanti consigliato
Per le attività di laboratorio e per l'uscita sul territorio è consigliabile lavorare con non più di 25-30 ragazzi; per le uscite sul territorio si ricorda che in Valle d’Aosta per legge, occorre una guida ogni 25 persone (accompagnatori compresi), dalla 26° persona occorre un’altra guida.

Altri aspetti utili per la riuscita dell’iniziativa
Abbigliamento adeguato per l’escursione; contatto preliminare tra guida e insegnante.

Per informazioni:

Segreteria turistica centrale Parco Nazionale Gran Paradiso
tel. 011-8606233 (dalle 9 alle 12 lun-ven), info@pngp.it

Area tematica: 
scoprinatura

Guarda anche: