Sentieri - natura

Si tratta di percorsi di varia lunghezza e difficoltà, caratterizzati o da stazioni di sosta con cartelli informativi o da contrassegni numerati che riportano a specifici opuscoli, reperibili presso i centri visita.

  • Noasca: il vallone del Roc Caratteristico sentiero che si snoda attraverso antiche borgate Località di partenza: Noasca (1062 m), con percorso ad anello e arrivo in frazione Pianchette (1188 m). Lungo il percorso è possibile vedere l'edificio della vecchia scuola di Maison. Dislivello in salita: 533 m Tempo di percorrenza giro completo: 4 ore Difficoltà: per turisti/escursionisti
  • Rhêmes-Notre-Dame: il fondovalle Il tema del sentiero è legato alla morfologia della valle, la fauna e la flora, le attività dell'uomo. Il primo tratto del percorso, da Chavaney a Bruil, è pavimentato e agevola il transito di passeggini e sedie a rotelle. Località di partenza: Chanavey (1696 m) Località di arrivo: Pellaud (1801 m) Dislivello in salita: 104 m Tempo di percorrenza: 1 ora Difficoltà: per turisti
  • Valsavarenche: sulle sponde del Savara Il percorso ha uno sviluppo di circa otto chilometri di comoda viabilità pedonale fra le frazioni di Fenille e Eau Rousse di Valsavarenche, con un dislivello di circa 400 m e accessi dai principali villaggi. L’intervento, ideato e realizzato dall’Ente Parco grazie a fondi del Ministero dell’Ambiente, arricchisce l’offerta della valle interamente ricompresa all’interno dell’area protetta, presentandone aspetti naturalistici, paesaggistici e storico-culturali. 
  • Valsavarenche: Eaux Rousses Il percorso inizia in una zona boschiva per aprirsi poi in prati e pascoli. Lungo il sentiero si trovano le caratteristiche sorgenti ferruginose e la bellissima casa di caccia del Re. Località di partenza: Eaux Rousses (1666 m) Località intermedia: casa di caccia di Orvieille (2190 m) Località di arrivo: laghi Djouan (2500 m) Dislivello in salita: 834 m Tempo di percorrenza: 1,30 ore (alla casa di caccia) + 1 ora (al lago Djouan) Difficoltà: per turisti/escursionisti
  • Cogne: Montesuc Sentiero ad anello panoramico sulla conca di Cogne, che permette di osservare la morfologia della valle, la celebre miniera di ferro e i numerosi insediamenti. Si divide in due parti, uno facile e uno difficile. Località di partenza: stazione di arrivo della cabinovia del Montesuc (2100 m) Dislivello in salita: 233 m Tempo di percorrenza giro completo: 1 ora Difficoltà: per turistico/escursionisti
  • Cogne: Les Fontaines Il percorso si sviluppa per circa 3,7 km lungo la pista forestale che fiancheggia il torrente Grande Eyvia, ed il sentiero natura è stato progettato per valorizzare un sito di elevato interesse naturalistico e per sensibilizzare i fruitori grazie all’ausilio di un percorso attrezzato, didattico e di scoperta, facilmente accessibile e fruibile in diverse stagioni dell’anno. La particolarità dell'area è la compresenza, a poca distanza l'uno dall'altro, di due habitat molto diversi: la pseudo-steppa, ricca di specie vegetali rare nell'arco alpino, e una zona umida, appunto Les Fontaines, con una vegetazione completamente naturale, complementare a quella del paesaggio agricolo circostante. Il sentiero natura è attrezzato con dieci pannelli che illustrano le particolarità degli ambienti attraversati e della vita animale e vegetale che li caratterizza; presso la pseudo-steppa e lo stagno due punti di osservazione e una passerella offrono affacci senza che gli habitat possano essere danneggiati. Per la posa delle pedane sono state utilizzate tecniche poco invasive, come  le fondazioni a vite, che non hanno comportato scavi o getti in calcestruzzo nè ripristini delle superfici di intervento; tutte le strutture sono in legno. Tempo di percorrenza giro completo: 1,30/2 ore ora Difficoltà: turistico

NB Si informa che il sentiero natura "I sensi in gioco" di Ceresole non è fruibile in quanto investito da una valanga