La valle di Rhêmes

VALLE DI RHEMES…DOLCE VALLATA

E’ una splendida vallata dal fondo pianeggiante, tipicamente glaciale, che si rispecchia totalmente nel tipico paesaggio alpino. Nel comune di Rhêmes-Notre-Dame, in frazione Chanavey, si trova il centro visitatori dedicato al mondo degli uccelli ed in particolare al gipeto, l’avvoltoio scomparso sul nostro territorio a inizio secolo e reintrodotto in alcuni parchi alpini attraverso un progetto europeo. Nella stessa zona parte anche un sentiero natura, il cui tema è legato alla morfologia della valle, alla fauna, alla flora e alle attività dell’uomo. Il primo tratto del percorso, da Chanavey a Bruil, è pavimentato e consente un agevole passaggio anche ai disabili in carrozzella. Si segnala in località Vaudalettaz, a un paio d’ore di cammino, un alpeggio modello, la cui gestione è da alcuni anni oggetto di studio da parte del Parco e dell’Università di Torino. Vuole essere un esempio di sviluppo sostenibile all’interno dell’area protetta ed è in attività nel periodo estivo. Nel paese di Rhêmes-Saint-Georges, nella bassa valle, si trova un centro equestre che offre la possibilità di passeggiate a cavallo e attività anche per gruppi e bambini.

Testata della Val di Rhêmes
L'alta valle si apre in uno scenario di morene e ghiacciai che scendono dalla Granta Parei e dalle altre vette della zona: il bianco dei seracchi dei ghiacciai di Lavassey, Fond e Tsantelèina contrasta con il verde dei vastissimi boschi sottostanti di abete rosso e larice. Non è necessario essere degli alpinisti per salire lungo i sentieri che si avvicinano ai ghiacciai. Sulla destra orografica della media Val di Rhêmes si aprono i due valloni, ricoperti da splendidi boschi di conifere in basso e da verdeggianti pascoli più in alto. La zona è particolarmente interessante per la fauna, dalle marmotte, sempre all'erta verso ogni possibile pericolo, a stambecchi e camosci al pascolo sui prati di alta quota e ai numerosissimi uccelli dei boschi del fondovalle.

Foto: Paola Finali