LEMED-IBEX Monitoraggio e gestione dello Stambecco alpino

LEMED-IBEX Monitoraggio e gestione dello Stambecco alpino dal lago di Ginevra (Léman) al Mediterraneo.

Il progetto LEMED-IBEX è finanziato dal fondo di sviluppo regionale dell'Unione Europea nell'ambito del programma di Cooperazione Territoriale Europea Interreg ALCOTRA V-A Francia-Italia 2014-2020 (Obiettivo specifico 3.2 Biodiversità - migliorare la gestione degli habitat e delle specie protette nell’area transfrontaliera).

Il progetto ha preso avvio all'inizio del 2017 e terminerà nel 2020.

Il Parco Nazionale Gran Paradiso è partner del progetto che ha come capofila il Parco Nazionale degli Ecrins (Francia). Gli altri partner sono: la Regione Valle d'Aosta, l'ente di Gestione delle aree protette delle Alpi Cozie, il Parco Naturale delle Alpi Marittime per l'Italia, i Parchi Nazionali del Mercantur e della Vanoise e Asters per la Francia.

Il progetto mira a promuovere una migliore conservazione dello stambecco alpino a livello transfrontaliero tra Italia e Francia come base per raggiungere in futuro una strategia comune di conservazione europea. Nonostante un trend demografico positivo infatti, numerosi segnali indicano che lo stambecco è una specie tutt'ora vulnerabile a causa della bassa variabilità genetica e dell'isolamento delle popolazioni.

L'obiettivo generale del progetto è quello di proporre strumenti e processi condivisi di gestione conservativa dello stambecco, attraverso l'elaborazione di protocolli innovativi di monitoraggio; di raccomandazioni e di buone pratiche di gestione della specie e dei suoi habitat e processi di coinvolgimento degli attori socio-economici e delle comunità locali.

Gli obiettivi del progetto verranno raggiunti mediante differenti azioni (WP, work packages) che interessano: la valutazione dei flussi ecologici, genetici e sanitari, l'analisi dei fattori di perturbazione degli ambienti, la mediazione tra i diversi utilizzi dell'ambiente, la sensibilizzazione degli attori locali e della popolazione, la condivisione e il trasferimento di strumenti e di metodi di gestione.

Il progetto LEMED-IBEX prevede 3 azioni principali.

WP 2. Comuncazione e sensibilizzazione. Una vasta azione di comunicazione che coinvolgerà tutti i partner e sarà rivolta a diverse tipologie di pubblico: grande pubblico, studenti delle scuole, specialisti del settore, attori socio-economici del territorio (allevatori, operatori turistici, guide e accompagnatori).

WP 3. Stato delle popolazioni e strategie di conservazione. Questa azione, di cui il Parco Nazionale Gran Paradiso è capofila insieme al Parco Nazionale della Vanoise, è focalizzata sulla comprensione dei potenziali ed effettivi elementi di rischio per la conservazione della specie. L'attività prevede una valutazione dello stato delle diverse popolazioni e una sintesi dei dati disponilbili e dei metodi di monitoraggio attualmente utilizzati; l'elaborazione e condivisione di un metodo di monitoraggio comune tra i diversi partner; l'identificazione dei rischi sanitari e la diffusione delle conscenze acquisite; la comprensione delle relazioni tra variabilità genetica e resistenza delle popolazioni all'infezione da parte di patogeni e l'identificazione degli elementi di disturbo ambientale in siti utilizzati dallo stambecco.

WP 4. Corridoi ecologici e conoscenze utili alla gestione. Infine, questa azione prevede l'aggiornamento della cartografia transfrontaliera dei nuclei esistenti grazie alla sintesi di dati spaziali e di informazioni ottenute dal parere di esperti e la valutazione dell'interconnessione tra le popolazioni mediante l'identificazione e protezione dei corridoi ecologici. Questa azione è prevista al fine di permettere alla specie di ricolonizzare al meglio il territorio idoneo e di permettere il massimo scambio (flusso genetico) tra le sub-popolazioni.

Le azioni che interesseranno maggiormente il Parco Nazionale Gran Paradiso sono quelle relative al l'azione 3.1. Genetica e rischi sanitari.

Nonostante i conteggi numerici effettuati negli ultimi anni indichino che lo stato di conservazione generale dello stambecco sia favorevole, i meccanismi che regolano la dinamica delle popolazioni non sono sufficientemente chiari. La storia recente della specie, che è passata attraverso 2 colli di bottiglia genetici estremamente stretti negli ultimi due secoli, è ancora visibile nelle popolazioni attuali: la variabilità genetica della specie è molto bassa ed è ulteriormente ridotta in alcune popolazioni reintrodotte a partire da pochi individui.

Talune di queste popolazioni hanno tassi di crescita estremamente bassi e mostrano livelli di mortalità o prevalenza di patologie più alti rispetto ad altre popolazioni. Inoltre, in tempi recenti, si è verificata l'estinzione o quasi estinzione a livello locale di alcune popolazioni a causa di epidemie. 

Tra gli obiettivi del WP3 vi è quindi la valutazione dello stato sanitario delle diverse popolazioni e un'analisi approfondita delle relazioni tra la variabilità genetica e resistenza all'infezione da parte di patogeni.

Attraverso l'analisi di campioni prelevati da individui di popolazioni diverse (con epidemie in corso o senza epidemie) e con stati sanitari diversi (infettati, non infettati, guariti) verrà valutata l'influenza di fattori genetici sullo stato sanitario. L'analisi sarà effettuata su individui appartenenti a popolazioni monitorate dai partner del progetto ma anche su popolazioni che si trovano in altre aree ma che presentano patologie potenzialmente importanti per la conservazione della specie.

Infine, verranno indagate le connessioni esistenti tra le popolazioni contigue per verificare, attraverso l'ausilio di metodi genetici, la presenza di corridoi di scambio tra popolazioni che possono incrementare il flusso genico e quindi la variabilità delle singole popolazioni.

Link: http://www.interreg-alcotra.eu/it

http://www.ecrins-parcnational.fr/dossier/bouquetin-leman-mediterranee-programme

loghi partner lemed ibex